Bambini a casa con l’influenza? Usa i permessi malattia per figlio

Da quando sono diventata mamma non c’è stato un inverno senza che i miei figli non si siano ammalati! Da 1 a 4 anni entrambi si sono ammalati dalle tre alla quattro volte in un anno alternandosi tra di loro, e devo dire che organizzarsi per rimanere a casa non è stato semplice.

Per fortuna adesso che i miei bimbi hanno 8 e 5 anni va molto meglio, infatti crescendo si ammalano meno, ma purtroppo ogni benedetto inverno l’influenza ci fa ancora visita e mi tocca stare a casa!

E questo, come puoi immaginare, è un bel casino perchè non posso ogni volta prendere le ferie, che devono essere pianificate per tempo e non è sempre possibile richiederle dall’oggi al domani senza preavviso.

Così faccio spesso uso dei permessi per malattia figlio che aimè, per chi lavora in aziende private, non sono retribuiti, ma almeno mi consentono di rimanere a casa con i miei bambini.

Adesso ti spiego cosa sono e come possono essere richiesti.

A chi spettano i permessi malattia per figlio

I permessi malattia per figlio spettano ad entrambi i genitori, alternativamente tra di loro. Quindi se il bimbo è a casa ammalato solo uno dei due genitori potrà prendere i permessi malattia per figlio.

Quanti giorni al massimo si possono prendere con i permessi malattia per figlio

Mamma o papà possono fruire di permessi malattia per figlio assentandosi dal lavoro:

  • senza limiti sino al compimento dei 3 anni del bambino
  • nel limite di cinque giorni lavorativi all’anno per ciascun genitore superati i 3 anni e fino agli 8 anni

La mamma o il papà che usufruisce dei permessi malattia per figlio deve presentare al datore di lavoro il certificato medico rilasciato dal pediatra che attesta la malattia del figlio, questo al fine di giustificare l’assenza dal lavoro.

Come vengono retribuiti i permessi malattia per figlio?

Purtroppo però, come ti ho detto prima, se lavori per un’azienda privata i permessi malattia per figlio non sono retribuiti, quindi per tutte le giornate di assenza dal lavoro che prenderete tu e tuo marito non si percepisce la paga ed aimè saranno decurtate dello stipendio mensile, si maturerà l’anzianità di servizio ma non si matureranno le ferie, tredicesima e la quattordicesima.

Se la malattia del bambino insorge durante la maternità facoltativa della mamma i permessi di malattia figlio sospendono il congedo parentale per il periodo della malattia (questo significa che le giornate di malattia figlio verranno decurtate da quelle del congedo).

(Leggi acnhe il mio articolo su:
Cos’è la flessibilità lavorativa e quali sono le tipologie di flessibilità )

Durante la malattia del bambino non hai gli stessi obblighi previsti per la malattia del lavoratore quindi non sei obbligata a rimanere a casa o a comunicare al datore di lavoro il domicilio in cui ti trovi, e non sei soggetta a nessun tipo di controllo da parte del datore di lavoro o da parte dell’INPS.

Se hai un figlio disabile oltre ai permessi malattia per figlio puoi usufruire i permessi aggiuntivi previsti dalla legge 104 come previsto dalla normativa che trovi a questo link.

Spero di esserti stata utile! Alla prossima

Leggi anche il mio articolo:
Sapevi che la malattia interrompe la maternità facoltativa?

Summary
Author
Publisher Name
Donne e Lavoro
Publisher Logo