Ecco come sconfiggere i sensi di colpa quando la mamma lavora

Come sconfiggere i sensi di colpa?

Vi capita di avere la sensazione di perdere dei momenti importanti della vita dei vostri figli perchè lavorate? Vi sentite in balia dei capricci dei vostri bambini e pensate che dipenda dalla vostra assenza?

Se siete delle mamme che lavorano sicuramente vi sarete trovate spesso a dover fare i conti con mille sensi di colpa nei confronti dei figli e uscirne vive non è sempre facile.

Vi farà piacere sapere che essere genitori è un duro mestiere e questo prescinde dal fatto che si lavori o meno. Tutti, nessuno escluso, incontrano delle difficoltà durante la crescita dei figli e non dobbiamo sempre attribuirle al lavoro.

Certo lavorare e gestire una famiglia non è un gioco da ragazzi, ma questo non deve spingervi a pensare che è colpa vostra se delle cose non funzionano come vorreste.
Oggi la società è cambiata notevolmente ed è necessario che si lavori in due (leggi anche il mio post su Come organizzare casa famiglia e lavoro se si lavora in due) per avere una certa serenità economica.

Ricordo che quando ho avuto il mio primo bambino al rientro dalla maternità mi sentivo tremendamente in colpa perchè lo lasciavo al nido per tante ore e non avevo alternative. Con il tempo, vedendo la sua serenità, ho capito che non lo stavo abbandonando ma che dovevo solo imparare a gestire il senso di colpa che mi affliggeva.

Ma allora come sconfiggere i sensi di colpa? Ecco cosa fare:

Puntate sulla qualità del tempo

La qualità del tempo passato con i figli è spesso più importante della quantità. So che questo può sembrarvi scontato ma vi assicuro che non è sempre così. Se lavorate cercate di dedicare il tempo libero ai vostri figli, giocando con loro, facendo insieme delle attività, raccontandogli delle storie, insomma qualsiasi cosa purché loro avvertano la vostra presenza.
Imparate a dare meno importanza alla gestione della casa, ed ottimizzate al 100% tutti i week end ed i giorni di riposo o ferie per stare con loro.
Ritagliatevi dei momenti della giornata in cui non dovrete far altro che pensare ai vostri figli.

Leggi anche il mio post 5 consigli per conciliare famiglia e lavoro per le donne

Convincetevi che lavorare non è sbagliato

Pensate al tempo che avete investito per studiare, cercare lavoro e sentirvi finalmente realizzate professionalmente o personalmente. Perchè allora dovreste sentirvi in colpa? Essere una donna che lavora non è qualcosa per cui scusarsi ma è un diritto al quale non bisogna rinunciare.
Io penso che avere delle mamme soddisfatte sia molto più importante che avere delle mamme che vivono quotidianamente nella frustrazione di non lavorare. Chiaramente se non lavorare è una scelta consapevole che viene fatta con la voglia e la convinzione che sia la cosa più giusta da fare allora seguite questa strada purché siate felici.
Ma non lasciatevi convincere dagli altri che per una donna non è necessario lavorare perchè deve dedicarsi solo alla famiglia. Il mondo è cambiato e questo era possibile solo 30 anni fa.

Sappiate che i bambini cresceranno

So che all’inizio sembra difficile pensarlo, ma i bambini cresceranno e probabilmente non avranno più necessità di avere una persona che stia con loro 24 ore su 24. Arriveranno ad avere i loro interessi ed una loro vita. Quindi se all’inizio vi sentirete in colpa perchè vi sembrerà di abbandonarli con il tempo vi renderete conto che crescendo vorranno sempre di più stare in compagnia dei loro coetanei.
Se vi lasciate sopraffare dal senso di colpa dell’abbandono finirà che lascerete il lavoro e quando cresceranno e non avranno più bisogno della vostra presenza costante, voi vi sentirete sole e probabilmente vi pentirete della scelta fatta anni prima.

Se qualcosa non va non dipende dal lavoro

I bambini sono spesso capricciosi o scontrosi? Non vi ascoltano o non riconoscono l’autorità? Non fate l’errore di attribuire queste situazioni al lavoro ma pensate che probabilmente dipendono dall’educazione.
Vi dico questo perchè spesso osservo mamme che lavorano e che a causa del loro senso di colpa comprano una quantità imbarazzante di giochi ai figli, oppure tutte le volte che i bambini fanno una richiesta li accontentano. Questo comportamento è scorretto e sicuramente non vi aiuterà a recuperare il tempo passato al lavoro anzi, innesca un circolo vizioso perchè i bambini capiranno la vostra debolezza e pretenderanno sempre di più, e faranno i capricci tutte le volte che non saranno accontentati.
Il mio consiglio è quello di capire la reale causa che porta a tali situazioni e lavorare su quella prima di attribuire le responsabilità al fatto che lavoriate.

Conclusioni

Concludendo per capire come sconfiggere i sensi di colpa dovete pensare che lavorare non è sbagliato ma anzi è necessario per poter garantire una certa serenità economica alla vostra famiglia.
Sappiate che una mamma che lavora sarà sicuramente più soddisfatta perchè si sentirà appagata personalmente, e trasmetterà questa sensazione positiva ai figli.
Infine ricordatevi che la qualità del tempo è più importante della quantità ed è necessario stabilite delle priorità nella gestione della famiglia, sapendo che le faccende domestiche possono aspettare i vostri figli no.

Summary
come sconfiggere i sensi di colpa
Article Name
come sconfiggere i sensi di colpa
Description
imparare a sconfiggere i sensi di colpa quando si è mamme lavoratrici
Author
Publisher Name
Blog Donne e Lavoro
Publisher Logo