Come piacere al capo? Ecco 5 consigli da seguire per sopravvivere al lavoro.

Dai non ci credo che sei sempre anda d’accordo con il tuo capo! Chi di noi non ha mai avuto uno screzio o una incomprensione con il proprio capo alzi la mano.

Quante volte capita di avere un capo insopportabile che non riusciamo proprio a tollerare e che in ogni momento ci fa un mega shampoo per qualsiasi cosa?

Purtroppo il capo non si può scegliere e l’unica cosa che resta da fare, se non si può cambiare lavoro o reparto, è imparare a conviverci cercando di entrare in sitonia con lui o lei.

Per riuscire a farlo in realtà non ci sono delle strategie complicate da seguire, basta semplicemente osservarlo e studialo e poi lavorare su quelli che sai essere i suoi punti deboli, del resto tutti ne hanno almeno uno giusto?

Oggi riflettevo che nei miei 22 anni di lavoro ho avuto dozzine di capi tutti molto diversi fra loro, chi non gradisce l’eccessiva confidenza, chi invece è molto espansivo, chi adora apparire, chi è estremamente concreto e non ama troppi fronzoli, insomma migliaia di personalità diverse con cui imparare a confrontarsi e soprattutto convivere.

Il capo in fin dei conti è una persona come tante e per piacerli il tuo compito è capire con chi hai a che fare e comportarti di conseguenza.

Parti dal presupposto che essendo una persona sicuramente anche il tuo capo avrà cose che gli vanno a genio ed altre che proprio non sopporta, tu devi essere brava a fare bene ciò che gradisce ed evitare in tutti i modi che si verifichino le cose che lo fanno infuriare.

Dopo aver studiato attentamente la sua personalità e fatto un’attenta scrematura di cosa ama e cosa lo infastidisce, puoi seguire questi 5 preziosissimi consigli che sono frutto della mia personalissima esperienza, e che devo dire mi hanno sempre aiutata almeno a non entrare nella Top ten delle persone che il capo avrebbe volentieri fatto fuori 😬.

Curiosa di conoscerli? Va bene ti accontento ora ti svelo come piacere al capo attraverso 5 regole d’oro da seguire.

1- Non contraddirlo

Prima regola da seguire è quella di evitare in tutti i modi di contraddirlo soprattutto in presenza di altre persone.

Mettiti nei suoi panni, a te piacerebbe essere contraddetta difronte ad altri e per di più da un tuo sottoposto? Sicuramente no.

Anche quando sta dicendo una banalità o una mega fesseria, non contraddirlo mai. Stai tranquilla che gli altri si rendono conto di chi hanno difronte e misurano le persone in base a quello che dicono.

Se poi il tuo capo è una donna non sottovalutare mai la rivalità tra donne è deleteria. (Leggi anche il mio post su Sindrome delle “donne contro donne” al lavoro? Ecco 3 strategie da adottare.)

Non sempre ti capita la fortuna di avere dei capi estremamente competenti, quindi l’unica cosa che devi imparare è avere a che fare anche con chi, pur non avendo tutte le conoscenze, è comunque il tuo superiore e per l’azienda resta il tuo punto di riferimento.

Quindi fai buon viso a cattivo gioco.

Parla solo se vieni interpellata e quando lo fai evita di sminuire quello che ha detto il tuo capo.

2- Fargli credere che ha ragione

Il capo ha sempre ragione? Assolutamente no, ma come ti ho raccontato nel primo punto nessuno ama essere contraddetto.

L’unica cosa che si può fare in questi casi è assecondarlo il più possibile, e con tatto ed intelligenza cercare di guidarlo verso la scelta giusta facendogli credere che è stato lui a decidere.

Usare frasi del tipo: “sono d’accordo con te, che ne pensi se valutiamo anche questa opzione…” oppure “mi piace l’idea potremmo anche fare così….”. La forma in questi casi conta credimi.

Cosa? Stai pensando che ci vuole uno psicologo per fare questo? No dai noi donne siamo maestre nel circuire, possiamo usare questa dote anche a lavoro non credi?

3- Non creargli problemi

Uno dei consigli da seguire per capire come piacere al capo è sicuramente quello di evitare di creare problemi o essere un problema per lui/lei.

A nessuno piace lavorare con delle persone che continuamente gli sottopongono un problema.

Se hai una difficoltà pensa già alla soluzione possibile e presenta al tuo capo sia il problema che la soluzione.

Gestire delle persone problematiche è una delle cose peggiori per un capo, evita quindi di essere tra queste per guadagnare la sua stima.

Il problem solving è una capacità molto apprezzata sul lavoro, sforzati di sviluppare questa caratteristica ed evita di lamentarti.

4- Non prevaricarlo

Mai e poi mai devi prevaricare il tuo capo, anche quando non lo stimi affatto rispetta la gerarchia.

Non siamo a scuola e non devi dimostrare di essere più brava prendendo il sopravvento.

Questo non significa che non devi essere autonoma nelle scelte, ma devi decidere sempre confrontandoti con il tuo capo.

Coinvolgilo sempre.

Non ti conviene mai pestare i piedi a chi è sopra di te.

5- Dimostra di recepire i sui input

Tutte le volte che ricevi un input o un feedback dal tuo capo dimostragli che hai recepito il messaggio e mettiti all’opera per migliorare.

Raccontagli tutto quello che stai facendo per lavorare sul feedback ricevuto e non ti abbattere difronte alle difficoltà, vedrai che sicuramente apprezzerà i tuoi sforzi.

Anche quando pensi che il feedback non è corretto lavoraci su per dimostrare che hai capito che devi migliorare.

Infine se il capo è donna evita di entrare in competizione con lei, non ne trarrai nulla di buono.

Concludendo studia chi hai difronte, cerca elementi comuni che possono aiutare a creare un feeling e pazienta, prima o poi ne arriverà un altro.